Go to Top

“NON CONOSCIAMO MAI LA NOSTRA ALTEZZA” – Sabato 25 Novembre ore 21.00 Teatro Comunale di Felino

24059017_2038121326472140_6931409405917575177_n

NON CONOSCIAMO MAI LA NOSTRA ALTEZZA
Lettura scenica in parole e musica

Voce e Azione Scenica Sandra Soncini|Franca Tragni
Musiche Originali eseguite dal vivo Patrizia Mattioli

Non conosciamo mai la nostra altezza
Finché non siamo chiamati ad alzarci.
E se siamo fedeli al nostro compito
Arriva al cielo la nostra statura.

L'eroismo che allora recitiamo
Sarebbe quotidiano, se noi stessi
Non c'incurvassimo di cubiti
Per la paura di essere dei re
Emily Dickinson

L’Associazione Culturale Ascolto presenta “Non conosciamo mai la nostra altezza” progetto per una lettura scenica in parole e musica.
Lo spettacolo tratta il tema sulla violenza sulle donne e femminicidio ma anche sulla loro forza e resilienza, la loro eroicità tragica. Canti drammatici della nostra contemporaneità così violenta e dolorosa. Le voci recitanti dialogano con la musica dal vivo, uno spettacolo con sonorità profonde e coinvolgenti.
Alcuni testi sono tratti da: dalla Poesia di Emily Dickinson “Non conosciamo mai la nostra Altezza”, “Carmen” dalla novella omonima di Prospero Mérimée (1845).

Carmen è una donna come poche: zingara (e perciò un’outsider, una persona che vive ai margini della società e della legalità), bellissima, passionale, incantevole. Ma il suo fascino, più che da una sensualità sfacciata ed esibita, viene da quello slancio vitale fortissimo, dall’amore smisurato per la libertà e l’indipendenza personale; non bada alle regole e ai ruoli sociali, non ha alcuna soggezione verso l’autorità, anzi, spesso se ne fa apertamente beffe. “Se Tu avessi parlato Desdemona” L’Ultimo quarto d’ora nella camera da letto del Generale Otello di Christine Bruckner. Se Desdemona avesse parlato veramente avrebbe cambiato il corso degli eventi avrebbe rovesciato la storia…. Il Monologo di Franca Rame, la Desdemona di Shakespeare e la struggente testimonianza di Francesca Baleani. Questi testi citati sono solo una parte di una lettura scenica emozionante di un canto libero e doloroso.

23843239_10214035710834383_7712326194775452985_n