Go to Top

Il Corpo del Silenzio – Monologo per attrice dai trent’anni in su

IMG_9751a

Foto Giuseppe Gilardi

Di e con Patrizia Mattioli e Sandra Soncini

Testo di Magdalena Barile

Musiche originali Patrizia Mattioli

Luci Lucia Manghi

Un piccolo dramma acustico per signora, un monologo horror per voce e silenzio. Il corpo del silenzio è un pezzo sulla menomazione. Un gioco macabro dove a risuonare è la cassa disarmonica di un corpo senza organi. Una donna, con un passato da silenziare, sceglie di rinunciare al suono, alla vita stessa, unendosi a un gruppo di mistiche, isolate dalla realtà, che pratica l’asportazione chirurgica come forma di spiritualità.

La dimensione masochistica, qui portata al paradosso, è sia espressione di un rifiuto sociale ma anche ricerca privata e struggente, sublimazione di una speranza: la potenzialità pura dell’essere umano, in nome di un corpo ancora da fare, di una vita da ricominciare.

La messa in scena di questo monologo è affrontata come una partitura musicale, si presenta in forma di monologo sonoro, di concerto, un concerto per attrice, un concerto interiore, un concerto silenzioso.

Un concerto per corpo e musica.