Go to Top

ANTIGONE 28|29 APRILE 2018 EUROPA TEATRI Ore 21.15

31437299_10215302245976970_7956704972022743040_o
mATERIE pRIME laboratori in teatro
laboratorio di Teatro|Musica
ANTIGONE
liberamente tratto da Antigone di Sofocle
condotto da Ilaria Gerbella e Patrizia Mattiolil
con
Iolanda Caroli | Giorgia Chiccarella | Andrea Friggeri
Paola Mangiarotti | Silvana Pizzolla | Alessia Savi
Francesca Sestito | Francesca Tramaloni | Cosimo Urso
musiche originali Patrizia Mattioli
video realizzati durante il laboratorio

Antigone nata dall’incesto tra Edipo e sua madre Giocasta è un personaggio emancipato, che si oppone a delle leggi arcaiche fondate sull’onore in nome di un sentimento estremamente moderno.
Antigone è una donna che si ribella, che non si sottomette né alle leggi della sua città, né all’autorità patriarcale. Quello di Antigone è un comportamento da uomo libero, non da donna in una società patriarcale arcaica.
Sofocle con questa tragedia opera una scelta narrativa coraggiosa, articolando un discorso drammatico su più piani, mostrando così un livello di complessità estremamente elevato anche rispetto alla comunità greca del suo tempo.
Abbiamo approfondito la tragedia attraverso la drammaturgia e la storia della musica.
Nella nostra ri-elaborazione il coro è diventato elemento cruciale, manifestazione di voci, sospiri, frammenti sonori e canti.
Nella nostra elaborazione drammaturgica abbiamo inserito figure archetipiche della mitologia greca: il coro si identifica con Cassandra, la guardia con Giano e in proscenio due personaggi che non appaiono nella tragedia di Sofocle ma aleggiano in tutto il testo: Ade e la sua sposa Persefone. Antigone è una eroina primaverile del genere di Persefone, come lei rapita e divorata viva dalla terra. E se non muoiono, non possono morire. Antigone è sepolta viva, come è sepolta viva in ogni uomo la coscienza insieme innocente e pura.

31454043_10215302243736914_6431820633654427648_o